PEC: mbac-sab-lom@mailcert.beniculturali.it   e-mail: sab-lom@beniculturali.it  tel: (+39) 02 86984548 

Soprintendenza archivistica e bibliografica della Lombardia

La procedure per l'uscita temporanea per mostre ed esposizioni all'estero

Tutti coloro (pubbliche amministrazioni, statali e non; privati proprietari di documenti dichiarati di interesse storico particolarmente importante; proprietari di documenti che presentino un generico interesse culturale ai sensi del d.lgs. 42/2004, art. 66, c. 1) che intendano prestare all’estero documenti d’interesse culturale per mostre od esposizioni, devono richiedere:

Autorizzazione al prestito temporaneso all'estero di beni archivistici e librari

  • L’autorizzazione «per manifestazioni, mostre o esposizioni d'arte di alto interesse culturale, sempre che ne siano garantite l’integrità e la sicurezza» (d.lgs. 42/2004, art. 66, c. 1) è concessa dalla Direzione Generale Archivi e dalla Direzione Generale Biblioteche e Diritto d'autore del Ministero.
  • La richiesta deve rispettare le condizioni stabilite dall’art. 48 d.lgs. 42/2004 e dalle Linee guida per il rilascio delle autorizzazioni al prestito delle opere d’arte, approvate con d.m. del 28 gennaio 2008 in applicazione dell’art. 48, c. 3, del d.lgs. 42/2004. Alla richiesta va allegata documentazione che consenta di valutare le garanzie di conservazione e di sicurezza dei beni (d.lgs. 42/2004, artt. 48, c. 2-4, e 66, c. 1).
  • La richiesta di autorizzazione ministeriale dovrà essere indirizzata (per posta ordinaria, e-mail o fax) alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Lombardia con almeno quattro mesi di anticipo rispetto all’inizio della mostra. La Soprintendenza inoltra la richiesta alla Direzione generale competente; i soli Archivi di Stato inviano la richiesta direttamente alla Direzione generale per gli archivi.
  • La risposta della Direzione generale sarà trasmessa all’Ufficio Esportazione di Milano ed alla Soprintendenza, che avrà cura di comunicarla all’ente pubblico o al privato interessato. Da quando hanno ricevuto ufficialmente l’autorizzazione ministeriale (d.lgs. 42/2004, art. 48), l’amministrazione pubblica o il privato possono fare istanza per il rilascio dell’attestato di circolazione temporanea.

Attestato di circolazione temporanea

  • L’attestato, ai sensi dell'art. 71 del D.Lgs. 42/2004 va richiesto all’Ufficio Esportazione competente. Per informazioni specifiche ed aggiornate sui moduli sopra citati, si rinvia a quanto reso noto dall’ Ufficio Esportazione.


Ultimo aggiornamento: 23/09/2021